Ciro

Ciro è di Napoli ed ha 16 anni. 
Come tutti i suoi amici del rione guarda Gomorra con ammirazione imitando quei gesti e quel parlare che fino a poco tempo fa erano limitati a quelli buoni e malamenti che ce l’hanno fatta riuscendo ad arricchirsi e a farsi rispettare, decidendo che da grande sarà uno di loro, perchè in questa giungla sopravvive solo chi si fa valere con gli insulti e le mazzate.
Suo padre è in galera per “associazione” e sua madre vende palline di cocaina dalla sua abitazione al piano terra per tutta la notte e a volte vorrebbe scappare ma preferisce rifugiarsi in quel mondo mitico dove la polizia non esiste e la violenza vince sempre su tutto. 
Qualcuno additandolo dice che è colpa di Gomorra se da qui a un paio d’anni seguirà le orme del padre o peggio verrà ucciso in una sparatoria tra gang. 
Quel qualcuno dà la colpa all’irrealtà di una serie che stigmatizza la camorra rendendo accessibile una dimensione che prima era collegata a un diritto di nascita, come a dire che chi ha ucciso in guerra nel ’39 è perchè ha seguito la radio sbagliata.
Quel qualcuno è certo che se Ciro finirà male è perchè ha visto troppa tv, non perchè suo padre gli offre arance e tante scuse in quei pochi minuti di visita a Poggioreale.

avatar
Ateo, vegetariano, accarezzatore di gatti, fotografo di bagni pubblici, poeta mai per scelta, psicologo in divenire, a volte cammino. Nel tempo libero intreccio fiori e invio foto oscene.
Chi sono? Contattami
Paolo Carol Cristi on EmailPaolo Carol Cristi on FacebookPaolo Carol Cristi on FlickrPaolo Carol Cristi on GooglePaolo Carol Cristi on InstagramPaolo Carol Cristi on TwitterPaolo Carol Cristi on Youtube